ANALISI OPERA: RAGAZZA COL TURBANTE.


Buona domenica amici.

Con questo post inauguriamo una nuova rubrica che prevede l’analisi delle opere più famose e significative della storia dell’arte: buona lettura!


“La ragazza con l’orecchino di perla” (o “Ragazza col turbante”) è un’opera di Johannes Vermeer dipinta tra il 1665 ed il 1666. La tecnica utilizzata è l’olio su tela, misura 44.5 x 39 cm e si trova al museo Mauritshuis a L’Aia, nei paesi bassi.

L’autore trascorre tutta la sua vita a Delft, una ridente cittadina olandese ma davvero poco si sa della sua vita, rimane ancora oggi una figura misteriosa tanto da ricevere l’appellativo di ‘sfinge di Delft’.

L’opera venne messa all’asta la prima volta nel 1881 ma venne battuta ad un prezzo bassissimo perché solo una coppia di amici si rese conto del suo straordinario valore: venne venduta per due fiorini!
Insieme a “La Gioconda” e a “L’urlo”, questa opera è la più conosciuta, amata e riprodotta al mondo.

La Gioconda di Leonardo, Louvre, Parigi, olio su tavola, 77 x 53 cm 1503 / 1506;
L’urlo di Munch Galleria nazionale di Oslo, museo Munch, olio su tela 91 x 74 cm, 1893. 

L’opera fa parte del genere dei tronien (“tronie”):cioè la raffigurazione di personaggi veri o inventati in costumi tipici e folkloristici.

Per la maggior parte dei casi i personaggi ritratti erano dei ‘tipi’ più che delle persone realmente esistite. Erano cioè la rappresentazione di una particolare classe sociale o di una tipologia di persone con un determinato status sociale o economico. Ecco perché si dice che questa ragazza in realtà non sia mai esistita.

Questo aspetto conferisce all’opera una profonda aria di mistero e fascino. L’immagine è pervasa di una perfetta armonia, immortalata in un momento ben preciso che quasi suscita nel fruitore la sensazione di aver colto di sorpresa la ragazza.

Tutto ruota intorno all’orecchino della fanciulla.

La straordinaria tecnica pittorica di Vermeer è suggerita anche dalla sua realizzazione. L’orecchino è infatti reso da pennellate separate l’una dall’altra: la luce riflessa è resa da una pennellata secca di biacca. È il nostro occhio che sintetizza la forma tonda dell’orecchino ma sulla tela è reso solo da macchie di colore separate.

Molti studi sono stati fatti, alcune teorie ci dicono che quella particolare forma di perla potrebbe non esistere in natura, perciò si ipotizza alla riproduzione in vetro soffiato della stessa.

Particolare: orecchino. 
Il volto della fanciulla è intensamente illuminato, le sue superfici sono perfettamente rese da candore e morbidezza. Il passaggio da un piano all’altro è molto delicato e quasi fuso uno dentro l’altro.
Osserviamo ad esempio il naso.
Viene resa la tridimensionalità perfetta, nonostante ne venga sottolineato solo il lato alla nostra destra. La parte illuminata praticamente è un tutt’uno con la guancia:

Particolare: naso. 
Questa fusione dei passaggi di chiaroscuro che assistiamo per il volto viene valorizzata maggiormente dalla resa del copricapo e degli abiti.

Questi infatti vengono dipinti con la tecnica del bagnato su bagnato con maggiore libertà e tratti spessi. I passaggi di superficie e tono vengono resi con maggiore determinazione, linee e toni netti.

Particolare: tessuti. 
La potenza di questa immagine ha stimolato la fantasia e la creatività di molti. Anche di Tracy Chevalier, che ne scrive un romanzo che diviene best seller internazionale. La scrittrice ipotizza che la ragazza sia la serva del pittore che per lui posa.

Nel 2003, l’opera di Vermeer diviene un film omonimo la cui protagonista è Scarlett Johansson.

Scarlett Johansson interpreta la ragazza. 
Cosa ne pensi tu della “Gioconda olandese”?
Se hai qualche aneddoto o curiosità sull’opera, fammelo sapere nei commenti!

Grazie, alla prossima! RB. 
Annunci

5 pensieri su “ANALISI OPERA: RAGAZZA COL TURBANTE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...